Sezione: I casolani in America

I casolani in America, è una pagina creata il 06-08-2005


COMMENTI, SEGNALAZIONI, INFORMAZIONI E TESTIMONIANZE
 

:: AREA COMMENTI DI FACEBOOK ::

 

 
 
 

:: AREA COMMENTI DEL SITO ::

 

Messaggi inseriti (19) | Inserisci un nuovo commento» 

.


Messaggio n.19

Cerco un parente in U.S.A. so solo che si chiama Aquilino ed ha origini in Troia (Foggia). So che è stato a Foggia ma non ci siamo potuti incontrare. Noi non parliamo Inglese. Saremmo felici di avere almeno una sua foto a questo indirizzo. Via San Giovanni Bosco, 1/D - 71122 Foggia Tel.324/5656986, oppure 329/2189656 sorriso

data: Monday, 13 October 2014 - 10:06:02 PM

Messaggio n.18

sorriso eccellente strumento di ricerca delle nostre radici lontane ,mi piacerebbe realizzare qualcosa del genere per il paese dei miei nonni, come posso fare?

data: Monday, 11 August 2014 - 06:48:35 PM

Messaggio n.17

cerco discendenti famiglia mantini e cesaroni partiti nel 1924 circa forse prima o dopo miei zii si chiamavano altarina lucia amedeo cesaroni luigi

data: Friday, 19 July 2013 - 09:55:35 PM

Messaggio n.16

sorriso mio nonno partì per l'argentina nel 1913, non so da quale porto, ultimamente avevo sperato di ritrovare le mie radici argentine. Sto ancora cercando una certezza : ho trovato una presunta sorellastra di mio padre che ha 81 anni, ma lei certe cose non le ricorda, io spero che si apra e si confidi, sempre se è mia parente, sembrerebbe che mio nonno in argentina abbia cambiato il suo Nome da Guglielmo a Josè. Adesso è morto all'età di 95 anni ed è sepolto nel cimitero di Norbeto de la Riestra in Provincia di Buenos aires. si è risposato due volte e ha avuto 11 figli in Argentina, in Italia ne aveva già 3 compreso mio padre Giuseppe, sempre se queste notizie siano confermate con i fatti o con documentazioni.

data: Wednesday, 09 May 2012 - 08:10:21 AM

Messaggio n.15
autore: casoli.org
e-mail: info@casoli.org

Si informa tutti coloro che cercano parenti emigrati da altre localita', che questa sezione si occupa solo dei casolani emigrati in America. Per qualsiasi ricerca inerente persone emigrate da altri posti, si consiglia di accedere direttamente sul portale www.ellisisland.org.
Grazie.

data: Saturday, 04 February 2012 - 06:56:03 PM

Messaggio n.14
autore: monica fabris

Grandi!!!
Great job!
Proud to be Italian! sorriso

data: Saturday, 04 February 2012 - 04:53:09 PM

Messaggio n.13

Ho un mucchio di notizie riguardanti l'andata di mio nonno in America, e so per certo che è partito da Monforte S. Giorgio (Me) nell'aprile del 1913, all'età di 25 anni (era nato i 1 dic. 1883), ma non conosco il nome della nave con cui è partito arrivando poi a New York, so però che era l'ultima nave che salpava prima dello scoppio della guerra del 1915. Potete aiutarmi. Se si, grazie immensamente.

data: Monday, 23 January 2012 - 10:15:57 AM

Messaggio n.12
autore: antonio

Per cortesia, mi aiutate a rintracciare la destinazione di un mio prozio partito dal porto di Napoli nel 1930,o 1931 per l'America.
si chiamava Ippolito Angelo Antonio e aveva all'epoca circa 18 anni.
Cordialmente : Antonio Sgarra sorriso

data: Sunday, 18 December 2011 - 12:49:03 PM

Messaggio n.11
autore: webmaster

Si informa tutti coloro che cercano parenti emigrati da altre località, che questa sezione si occupa solo dei casolani emigrati in America. Per qualsiasi ricerca inerente persone emigrate da altre località, si consiglia di accedere direttamente sul portale www.ellisisland.org.
Grazie.

data: Sunday, 19 June 2011 - 04:51:18 PM

Messaggio n.10
autore: Luis Degange - Svizzera
e-mail: none

Complimenti!!! Sono arrivato per caso alla vostra pagina, e grazie a voi ho trovato mio BISNONNO Pietrantonio De Luca su una lista di sbarco negli Stati Uniti! Avete fatto un gran bel lavoro aggiornando le liste con i nomi corretti, altrimenti non sarei mai riuscito a trovarlo. E' stata una grande emozione. Grazie ancora, e continuate così. occhiolino

data: Wednesday, 03 January 2007 - 02:50:13 PM

Messaggio n.9

Bellissimo sito. Sono molto interessato all'argomento e sto girando per ellisisland.org in cerca di materiale. Ho realizzato un sito sul mio paese nell'entroterra genovese e anche se c'è molto lavoro da fare sono riuscito a contattare qualche discendente di emigrati del luogo (potete leggere sul guestbook le loro mail..). Il sito è nato come memoria storica del paese, della vita contadina di un tempo (usi e costumi). per ora nn c'è molto ma ogni tanto ci lavoro per aggiornarlo e accrescerlo. Magari andrò a vedere le partenze da Genova negli archivi ma so che tanti sono emigrati per l'America del sud e quindi è più difficile rintracciarli perchè non c'era l'organizzazione che c'era in quella del Nord dove venivano appunto registrati... se avete suggerimenti.. visitate il sito www.clavarezza.it e scrivetemi... grazie e ancora complimenti

data: Wednesday, 08 March 2006 - 04:14:10 PM

Messaggio n.8
autore: commander roma
e-mail: none

Molti complimenti per il suo sito e per questo articolo.

data: Wednesday, 21 December 2005 - 01:00:27 PM

Messaggio n.7

Gent.mo Prof. Juliani,
lei è troppo gentile, il mio è stato solo piccolo aiuto ... un suggerimento sorriso. Il vero lavoro, andrebbe ancora svolto, perchè dovrebbe andare oltre la pubblicazione della lista di tutti gli emigranti. La mia idea, è quella di creare una community formata da tutte le persone interessate a rilasciare pubblicamente informazioni sui propri progenitori casolani emigrati in America. Sarebbe molto interessante inoltre, avere anche del materiale fotografico da pubblicare, come le foto già messe on line nella pagina introduttiva.
Penso comunque, che come inizio, questo lavoro sia già tanto d'aiuto ai cittadini residenti a Casoli o all'estero, poichè, senza la lista completa dei nomi (che include anche molti errori), farebbero fatica a trovare il proprio parente emigrato, usando solo il motore di ricerca del portale di ellisisland.org. Così è tutto più semplice ... è già fatto!!
Se la mia professione mi permetterà di trovare il tempo di approfondire questa ricerca, farò un'analisi basata sui dati a disposizione nelle schede di ogni emigrante, perchè credo che ciò, RIVESTA UNA NOTEVOLE IMPORTANZA SOCIALE E CULTURALE.
Mi complimento per la sua professione ed aspetto con ansia il suo nuovo lavoro, inoltre, mi auguro che gli abitanti del suo paese d'origine (nel Molise) le siano grati! occhiolino

Maria C.

PS: dimenticavo questo link http://casoli.iobloggo.com/archive.php?eid=2436283

data: Saturday, 17 September 2005 - 03:45:05 PM

Messaggio n.6

Maria Carmela, adesso, sono io che devo chiederti scusa per il ritardo della mia risposta. La tua gentile collaborazione è meravigliosa. Farò qualcosa di buono con questa informazione. Io sono uno storico e sociologo; ho studiato la comunità italiana a Filadelfia. Ti scriverò subito dopo aver finito il mio lavoro. Grazie, grazie di nuovo. Il tuo aiuto è veramente un tesoro per me.
Richard Juliani

data: Wednesday, 14 September 2005 - 02:18:32 PM

Messaggio n.5

ARCADIA PUBLISHING
224 State Street
Portsmouth, NH 03801
Phone: (603) 436-7564
Fax: (603) 436-7611

La Piccola Italia dal Dott. Emelise Aleandri

Separato da altri immigranti a causa della loro lingua, gli italiani che sono arrivato a New York City nel 1880s hanno formato spesso le Comunità oltre ai loro nuovi vicinoi. Collettivamente, si sono percepiti come piccola colonia italiana: La Colonia. In ciascuna delle cinque rioni della città, gli italiani hanno formato le vicinanze unite. Alcune di queste vicinanze hanno punteggiato Manhattan -- in Harlem orientale, il villaggio ad ovest, che cosa ora è SoHo ed il centro della città del lato orientale più basso, cavalcante la Via del Canale. La vicinanza più bassa del lato orientale ancora è identificata come "La Piccola Italia" di Manhattan ed è la vicinanza italiana più nota in America.

La Piccola Italia si compone delle fotografie raccolte dalle collezioni riservate e pubbliche numerose. La storia comincia con la prima fase degli immigranti ad abbassare Manhattan nel 1800s iniziale, compreso i rifugiati politici e religiosi quali Lorenzo Da Ponte e Giuseppe Garibaldi. Allora, nel 1870s, ci era un impulso nell'immigrazione italiana e La prima Piccola Italia di New York emerso. La storia tumultuoso dei cinque punti di zona, "Bloody Auld quartiere sesto" e molte facce e memorie dei giornali: L'Eco d'Italia e dal Il Progresso Italo-Americano, tutto è inclusa in questa storia pittorica attesa da tempo.

Il teatro immigrato Italo-Americano di New York City

Più di cento anni di storia locale portati a vita
dentro oltre duecento deliziosi fotografie

Il teatro immigrato Italo-Americano ha balzato a vita a New York City subito dopo le onde degli immigranti italiani versati in questo paese nel 1870s. L' espansione totale ha portato sia gli esecutori che i pubblici necessari per intrattenimento teatrale. Affamato per riconoscimento, supporto e lo scambio sociale, gli uomini e le donne dall' Italia ha formato i randelli teatrali dilettanti come un modo di soddisfare i bisogni impressionabili. Entro 1900, la Comunità aveva prodotto le forze principali che hanno creato il teatro Italo-Americano delle decadi seguenti.
Nel Teatro immigrato Italo-Americano di New York City, l' autore Emelise Aleandri rigenera l' eccitamento della fase con le fotografie notevoli, i programmi e l' altro memorabilia prestati generoso dalle famiglie della Comunità del teatro. Segue le fortune delle aziende di diciannovesimo-secolo più in anticipo ed introduce quelle che hanno presentato nel ventesimo secolo. All'interno di queste pagine sono le scene della commedia, della tragedia, del vaudeville e della radio, caratterizzante le stelle quale Mimi Cecchini, Guglielmo Ricciardi, Concetta Arcamone, Antonio Maiori, Rita Berti, Farfariello, Gilda Mignonette ed Olga Barbato. L'autorità internazionalmente riconosciuta a proposito del teatro di Italian-American, Aleandri osserva indietro il tempo perso in cui il teatro, che è oggi virtualmente inesistente, ha celebrato la coltura italiana in un modo che non sarà ripetuto mai.

Circa l'autore

La Dott. Emelise Aleandri, una nativa di Riva Del Garda, Italia, è una produttore, una direttore, un'attrice, e una cantante. Ha un Ph.D. in Teatro dall' Università della Città di New York. Emelise Aleandri è un'autore e una storica che ha contribuito ad un certo numero di libri e di articoli, tanti scritti, molti che si occupano della coltura italo-americana. Parla attraverso gli altoparlanti nel programma di studi umanistici del Consiglio dello Stato di New York Per gli studi umanistici. Il Teatro Immigrato Italo-Americano di New York City è stato ricevuto molto bene. Emelise era la destinataria di anno 2001 del premio di Elena Lucrezia Cornaro Piscopia dall'ordine Figli d'Italia in America, e del premio Leone di San Marco dal Confereneza della Cultura Italiana. Il Dott. Aleandri è il direttore artistico di Frizzi & Lazzi La Antica Compagnia Musicale & Teatrale Italo-Americano che fa un giro della zona di tre stati.

Lei ha prodotto e parti del teatro ed esposizioni numerose dirette della televisione, fra loro due documentarie per la televisione: Teatro e Festa su CUNY/TV e sulla rete della vicinanza de Manhattan. Emelise serve anche da presidente del capitolo metropolitano de New York dell'associazione storica italiana americana. Come attrice, è stata descritta nell'anima delle pellicole il Crooklyn ed L'estate di SAM di Spike Lee; la produzione del teatro della Via della noce dei funerali italiani e di altre occasioni festive e la produzione di Off-Broadway Sweatshop. Ha generato il ruolo di Eleonora Duse nel programma televisiva Penguins e peacocks. Mettasi in contatto con prego il publicista, (603) a 436-7564, se desiderate ottenere ulteriori informazioni sul libro e sull'autore, usate le fotografie dal libro per un articolo della caratteristica, o usate il libro come dono promozionale ai vostri pubblici ascoltanti. Disponibile anche a: Barnes & Noble.com (www.bn.com) ed Amazon.com. ($19.99 - Softcover - 128 pagine - ISBN 0-7385-1062-9)

data: Friday, 26 August 2005 - 12:44:17 AM

Messaggio n.4
autore: Alice - Bologna

Complimenti per la nuova pagina sull'emigrazione, non pensavo che i casolani emigrati in America in quell'arco di tempo fossero così numerosi! stupore Ho trovato notizie di mio nonno emigrato nel 1922. A pensare che mio padre non ricordava neppure l'anno.
Saluti a tutti i casolani!

data: Thursday, 25 August 2005 - 09:57:52 AM

Messaggio n.3

Di che paese del Molise si tratta? Può rispondere anche in privaro se vuole. Grazie della visita e a presto !

data: Monday, 15 August 2005 - 05:01:36 PM

Messaggio n.2

Io ho parlato recentemente con Dominic Candeloro, e lui mi ha detto ch'è possibile di fare una lista per ogni paese, così come ha fatto Lei. Io vorrei una lista per un altro paese (in Molise). Prego, come ha fatto la lista per tutti gli emigranti di Casoli da solo? Grazie

data: Sunday, 14 August 2005 - 08:36:32 PM

Messaggio n.1
autore: Nico Mastrangelo - Casoli
e-mail: none

La nuova ricerca della redazione di casoli.org, riguardante l' emigrazione italiana, ha smosso in me il desiderio di riconfermare, per l' ennesima volta, che questo sito, fatto da pochissime persone, ha una valenza culturale e sociale impareggiabile: il nuovo lavoro sugli emigranti italiani d' inizio 1900 rappresenta un insieme sintetico e, al tempo stesso, di grande profondità di studi.
Complimenti

data: Monday, 08 August 2005 - 10:39:49 AM
   

:: Inserisci il tuo messaggio ::

nome e località

e-mail  

(facoltativo)

umore  

sorriso occhiolino impaccio stordito stupore triste lacrima rabbia 

 


Codice sicurezza
Copia le 4 lettere e premi invia

| cancella |

Digita il Codice di Sicurezza che appare nell'immagine in modo da evitare lo Spam in questa pagina.
Per questa operazione devi accettare i Cookies (impostazione predefinita sulla maggior parte dei Browsers).

Please enter the Secure Code as seen in the picture,  this way we can avoid spam in this page.
For this operation you must accept the  Cookies  (standard setting on most browsers).

:: Regolamento ::

E' severamente vietato: inserire messaggi pubblicitari; messaggi con linguaggio offensivo e/o lesivo nei confronti  di terzi; messaggi che contengono turpiloquio e messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.).
La Redazione di casoli.org si riserva il diritto di rimuovere qualsiasi dato inserito, senza preavviso e senza fornire alcuna motiviazione.
In ogni caso, casoli.org non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi e non risponde per eventuali controversie che dovessero insorgere tra gli utenti. Ogni utente è responsabile dei dati che inserisce nel Guestbook e ad ogni sua azione corrisponde un indirizzo IP registrato su database.

www.casoli.org